Catalogo della collezione

OFFICINALIS VISCONTE DE NOAILLES OFFICINALIS ULYSSE OFFICINALIS TUSCAN BLUE OFFICINALIS SISSINGHURST BLUE  OFFICINALIS SAINT FLORENT OFFICINALIS ROSEUS OFFICINALIS ROSEMARY PINK OFFICINALIS ROCKY MOUNTAINS OFFICINALIS PUNTA DI CANNELLE OFFICINALIS PROSTRATUS ALBUS
OFFICINALIS PORTO ALABE OFFICINALIS POINTE DU RAZ OFFICINALIS MONTAGNE OFFICINALIS MISS JESSOP S UPRIGHT OFFICINALIS MISS IRENE RENZ OFFICINALIS MAJORCA PINK OFFICINALIS MAC CONNELL S BLUE OFFICINALIS LOCKWOOD DE FOREST OFFICINALIS LAVANDULACEUS CAPRI OFFICINALIS KENSINGTON PARK
OFFICINALIS JOYCE DE BAGGIO OFFICINALIS JOAN TESEI OFFICINALIS JACKMAN PROSTRATE OFFICINALIS ISRAELI OFFICINALIS HULKA OFFICINALIS GORIZIA OFFICINALIS GHETSEMAN OFFICINALIS FOTA BLUE OFFICINALIS CORSICAN BLUE OFFICINALIS CISAMPO
OFFICINALIS CASCADE D ORLEANS  OFFICINALIS BOULE OFFICINALIS BONIFACIO OFFICINALIS BLUE BOY OFFICINALIS BENEDEN BLUE OFFICINALIS BAIE DE DOUARNEZ OFFICINALIS BAIE D AUDIERNE OFFICINALIS ARP OFFICINALIS  SANTA BARBARA OFFICINALIS  ALBUS


Ricerca per nome


Icona PDF  Catalogo dell'intera collezione (formato PDF - 47,3 Kb)

La prima attrattiva del rosmarino è il portamento poiché a qualunque gruppo esso appartenga (eretti, semi-eretti ecc.) è comunque sempre una pianta fortemente scultorea. Proprio per questo la suddivisione dei portamenti è argomento di primaria importanza e va fatto con grande meticolosità.

Appartengono alla categoria eretti rosmarini quali Arp, ‘Aureus’, ‘Cisampo’, ‘Israeli’, ‘Tuscan Blue’, ‘Ulisse’.
I semi-eretti sono, invece, l’officinalis Albus selezione ‘Nancy Brown’ e il ‘Visconte di Noailles’.
Eretti a portamento cespuglioso sono il ‘Joyce de Baggio’ e il ‘Sappho’, partendo da un unico tronco la chioma tende a svilupparsi esageratamente sui lati.
Eretti a portamento espanso sono il ‘Majorka Pink’ e il ‘Severn Sea’. Mentre il primo allarga i suoi rami tipo odalisca, il secondo sviluppa la propria chioma come un’onda, prima in un verso e poi nel senso opposto. La traduzione letterale del suo nome è infatti mare in tempesta o ‘Mare di Severn’, località scozzese. Qualche anno fa la Debaggio’s Herbs, noto vivaio americano, tentò di rifare questa antica selezione inglese, senza per altro riuscirci, e spacciò per ‘Severn Sea’ una sorta di semi prostrato di nessun interesse se non quello di creare scompiglio tra i collezionisti ben preparati che lo trovano catalogato come prostrato in tutti i siti americani e come, giustamente, eretto in tutti i siti inglesi cui di tradizione appartiene.
Personalmente ho importato l’originale inglese nel 2001 e mi sono procurata due esemplari sbagliati solo nel 2009, visto che l’ibridazione americana risale solo al 2007 e prima non ve n’è traccia in nessun loro sito.

Vi sono poi dei casi particolari rappresentati da ‘Eriocalix’ cui un solo ramo forma una sorta di ciuffo a se stante, ‘Joan Tesei’ che possiede entrambi i geni dell’eretto e del prostrato.
I rosmarini prostrati sono oltre che ricadenti anche ottimi coprisuolo se piantati in piena terra sono le varietà che troverete nel catalogo dal ‘Boule’ al ‘Lockwood de Forest’ in tutte le gradazioni di colore sia di foglie che di fiori che si possono desiderare. Rosmarini semi prostrati sono il ‘Point du Raz’, il ‘Roseus’, il ‘Marenca’.
Due soltanto i rosmarini nani: il ‘Ghetsemane’ e il ‘Blue Boy’.
Vi è poi un solo rosmarino tappezzante, che radica cioè direttamente in tutta la terra a sua disposizione, ed è il ‘Ghetsemane’.

Le abbondanti fioriture, che vanno da febbraio ad aprile e da metà estate ai primi geli, ricoprono i rami di piccole orchidee, poiché tali sembrano i fiori di rosmarino, nella più svariata e incredibile gamma di colori.

Nonostante i due metri di neve e i –17 gradi registrati negli ultimi due inverni le mie piante madri sono visibili e in ottima salute seppure piantate ai quattro venti senza nemmeno la vicinanza di un muro.